“E IL CUORE FACEVA SNOWBOARD”

18/09/2015

...SNOWBOARD

Mentre io facevo snowboard sul parquet con lacrime e bestemmie a fare da onde e i divani come scogli,
a fare da bersagli, a fare da birilli, a sostituire il vino,
senza nessun peluche come premio,
senza nessun tifoso a cui lanciare la maglietta,
senza nessuno che potesse vedere le me inutili acrobazie,
il suo cuore giocava a Candy Crash e la sua anima era più lontana della mia realtà, credo verso Pianeta Sconosciuto,
immagino Direzione Contraria,
senza che ci fosse molto da dire,
se non il silenzio come unghie a lucidare dubbi su una lavagna.
E il tempo sistema tutto, sii sereno.
La maggior parte delle volte butta la polvere sotto al tappeto che non hai.
Tavolta non passa l’aspirapolvere sul tappeto che hai scarabocchiato sul tavolo di cucina.
E lo smalto è una giornata di sole da girare con l’ombrello.
L’importante è che tutto, alla fine, asciughi tutto, specie il dolore.
Ferite comprese.

https://www.youtube.com/watch?v=mZggr-Nbarg