“L’HO CONOSCIUTA AL NIGHT & DAY”

12/10/2015

NIGHT & DAY
“L’HO CONOSCIUTA AL NIGHT & DAY”
Ci siamo incontrati al Night & Day,
che poi è un camion che sembra un bar
o forse un bar che sembra un camion.
Io morivo di freddo.
Lei moriva di noia.
La gente intorno non sembrava stare molto meglio.
Anzi, certi stavano da schifo.
I silenzi sono importanti quando non sai che dire.
Io non sapevo che dire.
Lei pure, ma almeno sapeva che fare.
Fissare le punte delle sue scarpe verde ghiacciolo.
Le donne se la cavano sempre meglio
più le soluzioni sono complicate.
Ancora meglio quando non ci sono proprio.
A volte certi cuori si sincronizzano a caso.
Questione di frequenze sconosciute.
Roba inutile da chiedersi.
O forse solo la cronaca di palmi delle mani
a stropicciarsi i begli occhi stanchi.
O il perfetto bollettino di anime inquiete.
Questione possibile.
Roba che ci può stare.
Anche spesso.