“TUTTO QUA” (100×150, acrilico, foglie, legno, altro)

26/07/2016

iamnine

C’è chi si è fatto un sacco di donne e chi tutti i bar del quartiere.
Chi entrambe le cose e quasi contemporaneamente.

C’è chi indossa la maglietta di Superman, ma ha l’umore di Batman.
Chi ha preso la decisione di non farci più troppo caso.

Se qualcuna parte, qualcosa, qualcuno rimane.
Mi auguro un giorno ti ritroverai in aperta campagna a sbadigliare al gioco dei segreti con le margherite.

Se hai ferite da nascondere, prima del maglione, indossa un bel paio di occhiali da sole.
Spero un giorno ti ritroverai sotto una nevicata a tirar pallate alle nuvole.

C’è chi si è fatta un sacco di uomini e chi non ha fatto la raccolta differenziata.
Chi entrambe le cose e ancora se ne deve rendere conto.

C’è chi si crede di essere Popeye, ma non fuma la pipa e non mangia spinaci.
Chi lo ha capito, ma non può più tornare indietro.

A forza di vedere, rincorrere il futuro sai quanti ne ho sentiti lamentarsi di esser diventati ciechi.
E non facevano altro che pregare di diventare sordi.
E qualcuno desiderava e urlava le stesse cose quasi contemporaneamente.
Mentre, nello spiazzo adiacente, uno shuttle dietro l’altro se ne volava via.
E qualcuno e qualcuna riusciva a saltarci su.
Ma non tutti, non tutte.
Non tutti.
Mica tutte.